Progettisti e nuove opere: torna il Premio Medaglia d’Oro dell’Architettura Italiana

Torna l’appuntamento con il Premio Medaglia d’Oro dell’Architettura Italiana volto a promuovere le nuove opere più interessanti del panorama nazionale e coloro che le hanno rese possibili, contribuendo alla loro diffusione pubblica in Italia e

Torna l’appuntamento con il Premio Medaglia d’Oro dell’Architettura Italiana volto a promuovere le nuove opere più interessanti del panorama nazionale e coloro che le hanno rese possibili, contribuendo alla loro diffusione pubblica in Italia e all’estero.

L’evento, promosso a cadenza triennale, è giunto alla sesta edizione ed ha come finalità, appunto, la promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile invitando ad una riflessione sul ruolo dei progettisti e sul dialogo, fondamentale, tra questi ultimi, la committenza e le imprese.

Bandito da La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Premio è suddiviso in varie categorie:

 

  • Medaglia d’Oro all’Opera: Premio assegnato per la qualità della progettazione, l’intelligenza ambientale e contestuale, la realizzazione e la capacità d’innovazione tecnologica. Possono concorrere tutte le opere realizzate pertinenti alle diverse sezioni sotto indicate e selezionate dalla giuria.
  • Premio Speciale all’Opera prima: Premio conferito all’opera prima di un progettista realizzata entro il compimento del suo 40esimo anno d’età e intende porre in forte evidenza la nuova generazione che opera attivamente in Italia e all’estero.
  • Premio Speciale alla Committenza: Il premio intende porre l’attenzione sul ruolo fondamentale della committenza pubblica e privata nella costruzione di un’opera di architettura e nella definizione di una differente qualità dello spazio fisico e sociale.
  • Medaglia d’Oro alla Carriera: Riconoscimento riservato ai progettisti italiani la cui opera ha costituito un punto di riferimento nel panorama nazionale ottenendo, al contempo, il plauso della cultura architettonica internazionale.
  • Premio T Young Claudio DE Albertis: Un nuovo premio, istituito a partire da quest’anno dal Comitato Premio Claudio De Albertis con l’obiettivo di ricordare l’attenzione e l’impegno del noto ingegnere (presidente, tra l’altro, della Triennale di Milano e scomparso nel 2016) attraverso un segnale concreto di riconoscimento e supporto alle giovani eccellenze italiane nell’architettura. E’ rivolto ad architetti e ingegneri italiani under 35 alla data del 1 gennaio 2015 che si siano distinti nel panorama nazionale o internazionale dell’architettura nel triennio 2015-2018. Il vincitore riceverà un premio di Euro 30.000,00 da utilizzare per formazione o progetti.

Inoltre sono previste 6 Menzioni d’Onore relative ad altrettante sezioni del costruire:

 

  • Nuovi edifici: edifici realizzati, ad uso privato e pubblico, in zone urbane, suburbane ed extraurbane (residenze, scuole, impianti sportivi, municipi, musei, strutture sanitarie, uffici, spazi commerciali, impianti industriali, strutture per il tempo libero, edifici religiosi, ecc.);
  • Paesaggio e spazi urbani: progetti realizzati di parchi, giardini, piazze, aree di riqualificazione ambientale in zone urbane, suburbane ed extraurbane;
  • Infrastrutture: progetti realizzati di strade, ponti, gallerie, canali, linee e fermate metropolitane, linee ferroviarie, stazioni, aeroporti, porti, opere a rete per il trasporto dei materiali energetici, vitali e di scarico (oleodotti, gasdotti ed elettrodotti; acquedotti e fognature, ecc.);
  • Riconversione e restauro: progetti realizzati di riconversione edilizia relativi a grandi aree, quartieri ed edifici. La categoria include i progetti realizzati di restauro e ripristino di architetture storiche e contemporanee;
  • Allestimenti: progetti realizzati riguardanti la valorizzazione temporanea di spazi urbani, infrastrutture, aree verdi, oltre all’esposizione museale, artistica, commerciale;
  • Interni: progetti realizzati riguardanti la sistemazione definitiva di
spazi interni di nuova realizzazione o preesistenti, ad uso pubblico o privato, a destinazione residenziale, commerciale, industriale, museale ecc.

Le candidature sono ammissibili per segnalazione degli adviser o di Associazioni, Enti e Fondazioni riconosciuti, oltre che per autocandidatura. Sia i Premi che le Menzioni saranno assegnati ad opere progettate da professionisti italiani e realizzati in Italia o all’estero nel periodo 2015-2017.

La partecipazione è aperta ad ogni progettista (architetto o ingegnere) che intenda candidare una propria opera oppure autocandidarsi al nuovo premio di quest’anno denominato T Young, purché in possesso dei requisiti richiesti, seguendo le indicazioni reperibili sul sito web ufficiale di riferimento.

La premiazione con l’inaugurazione della mostra dedicata ai progetti finalisti si svolgerà nel mese di ottobre 2018.

© Riproduzione riservata

DATI DEL CONCORSO:
Organizzatore: Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
Scadenza registrazione e invio documentazione: 31/03/2018
Premi:  Medaglia d’Oro all’opera, Premio Speciale all’Opera prima, Premio Speciale alla Committenza, Premio d’Oro alla Carriera, Premio T Young Claudio De Albertis (Euro 30.000,00); sei Menzioni d’Onore.
Info e modulistica
error: Il contenuto è protetto dalla copia.